Blog

Come ottimizzare la tua pagina Facebook aziendale

Come ottimizzare la tua pagina Facebook aziendale

Imparare come ottimizzare una pagina Facebook aziendale è un passo molto importante per il tuo business online. Il motivo è dovuto al fatto che la suddetta ti aiuta a conquistare una maggiore brand awareness, dunque a definire meglio il tuo marchio e a veicolare presso il tuo target il messaggio che desideri. In altre parole, la pagina Facebook della tua azienda è un vero e proprio veicolo di marketing, che può aumentare il traffico indirizzato verso il tuo sito web e aiutarti a generare maggiori conversioni in acquisto. Ma come migliorare la pagina Facebook aziendale? Esistono diversi aspetti che dovrai tenere in considerazione: ecco perché oggi vedremo insieme tutte le principali regole che ti aiuteranno a sfruttare al meglio la pagina Facebook dell’azienda.

 

Come ottimizzare una pagina Facebook aziendale: la grafica

Il primo passo che devi compiere per migliorare la pagina Facebook aziendale, è dedicare grande attenzione alla tua immagine di copertina. Molti credono che basti caricare una foto coinvolgente, che risulti bella di primo acchito, per risolvere il problema. In realtà la selezione dell’immagine di copertina è una vera e propria scienza, che si basa su due capisaldi: un’immagine che riesca a coinvolgere l’utente che visita la tua pagina, e che sappia anche come rappresentare il tuo brand e il prodotto o servizio che vendi. Immaginala come la copertina di un libro, o come il layout di un sito web: deve saper conquistare al primo sguardo, ma deve saper anche comunicare il messaggio del marchio che rappresenta, chiarendo immediatamente di cosa ti occupi e come lo fai. In sintesi, deve dare una duplice sensazione di emozionalità ma anche di professionalità. E deve ovviamente essere coerente con il core del tuo business.

Esistono diverse tecniche relative a come scegliere l’immagine di copertina di una pagina Facebook aziendale, e ognuna di esse ha i suoi vantaggi. Puoi ad esempio utilizzare un’immagine che rappresenti la vita dentro la tua azienda, dunque una foto del tuo team mentre lavora, oppure una sorta di foto di gruppo. Questa tecnica serve per far entrare l’utente in intimità con ciò che rappresenta la tua attività online, dunque aiuta a rompere le barriere (una regola che dovrai sempre tenere a mente quanto gestisci la tua pagina). In alternativa puoi scegliere una foto che rappresenti la tua attività in modo più generico, impreziosendola con una call to action nell’angolo in basso a destra, che indichi il pulsante sottostante che consente agli utenti di compiere un’azione (come la richiesta di un preventivo, o la visita del tuo sito web). Infine, non dimenticarti le dimensioni: l’immagine di copertina dev’essere di 851x315 pixel.

E l’immagine profilo? Qui c’è una regola che difficilmente trova eccezioni: meglio optare sempre per il logo della tua azienda che, grazie alle ultime modifiche sul layout della pagina Facebook, non va più a sovrapporsi all’immagine di copertina, ma gode di uno spazio tutto suo, in alto a sinistra.

 

Migliorare una pagina Facebook aziendale con le informazioni

Adesso che sai come ottimizzare una pagina Facebook aziendale partendo dal comparto grafico, devi passare alle informazioni testuali: dunque alla descrizione della tua azienda che l’utente potrà consultare cliccando sulla voce “Informazioni” nel menu centrale a sinistra. Ricordati, quindi, di compilare la sezione “Storia” e di aggiungere tutte le informazioni di contatto, come ad esempio l’indirizzo del tuo sito web aziendale, l’e-mail presso la quale contattarti, il numero di telefono e ovviamente i servizi che offri all’utente. Sii sempre coinciso, quando scrivi la storia della tua azienda, ma cerca di far leva soprattutto su fattori come la tua esperienza nel campo e il valore che puoi dare alle richieste dei tuoi potenziali clienti. Ogni elemento della tua pagina Facebook aziendale ha infatti un solo scopo: convertire.

 

Come gestire i contenuti di una pagina Facebook aziendale?

Se hai intenzione di migliorare la pagina Facebook aziendale, devi capire innanzitutto quanto contano i contenuti che condividerai al suo interno. Poco sopra, ti abbiamo ricordato che lo scopo della pagina Facebook della tua azienda è convertire gli utenti in visitatori del tuo sito web, e successivamente in clienti: ogni elemento dev’essere ottimizzato per far diventare la tua pagina non un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Questo puoi farlo soprattutto sfruttando gli articoli che pubblichi (o che dovresti pubblicare) tramite il tuo blog aziendale.

E le logiche di gestione, sono sostanzialmente le stesse: devi creare un calendario editoriale che ti possa consentire di pubblicare costantemente dei contenuti sulla tua pagina, per farla apparire “viva” e dunque in grado di dare un valore al tempo che gli utenti spenderanno per visitarla. Inoltre, condividendo contenuti editoriali con una certa regolarità, apparirai sulla home degli utenti che hanno messo un like alla tua pagina Facebook: il che significa che aumenterai le chance di un loro possibile click, e dunque di una migrazione in direzione del tuo sito web.

Proprio come accade su piattaforme come WordPress, anche su Facebook puoi pianificare i tuoi post: devi semplicemente cominciare a scriverlo, cliccare sull’icona blu con una freccetta bianca che punta verso il basso (la trovi accanto a “Pubblica”), e successivamente selezionare “Programma”. Una volta scelta la data e l’orario, potrai pianificare la pubblicazione del tuo post. Se sfrutterai questo strumento in simbiosi con il calendario editoriale del tuo blog, potrai creare una “macchina” perfetta per vivacizzare la tua pagina Facebook aziendale con il minimo sforzo.

Prima di proseguire, esistono delle altre considerazioni che dovrai conoscere per comprendere come ottimizzare una pagina Facebook aziendale, lato contenuti. Nello specifico, assicurati sempre di condividere articoli, post, infografiche, GIF animate o immagini che siano coerenti con il tema della tua pagina: ad esempio, se vendi un servizio di traslochi, avrà senso pubblicare un articolo che parla degli Expat che vanno a vivere in Germania, o una GIF animata divertente di un incidente durante un trasloco. Al contrario, pubblicare contenuti sui gattini – come purtroppo accade di frequente – sarà tutto tranne che professionale: ricorda che è la pagina della tua azienda, e non il tuo profilo privato.

 

Pagina Facebook aziendale: quanto contano i Like?

I Like contano sempre tanto, a patto che siano reali, e che tu sappia come trasformarli in traffico verso il tuo sito web, in lead (contatti) o in conversioni in acquisto. Collezionarli per far aumentare il contatore, non è la strategia giusta, in quanto totalmente fine a se stessa: questo significa che dovrai fare in modo di convogliare verso il Like un certo numero di utenti realmente interessati al tuo servizio, e che i 200 Like presi dagli amici hanno un valore pari a zero, in quanto non servono per fare crescere il tuo business. E non cedere mai alla tentazione di acquistare Like: esistono agenzie che te lo propongono, ma si tratta di un mero spreco di denaro. E a Facebook, questa tecnica potrebbe non piacere.

 

Come pubblicizzare la pagina Facebook aziendale?

Capire come ottimizzare una pagina Facebook aziendale, significa anche comprendere come pubblicizzarla. Un ottimo sistema è iscriverti ai gruppi che seguono un certo argomento coerente con ciò di cui ti occupi, pubblicando i tuoi contenuti e cercando di ottenere traffico e conversioni extra, insieme a Like reali. Purtroppo, però, il confine fra promozione e spam è molto sottile: prima di condividere i tuoi articoli sui gruppi o sulle pagine altrui, assicurati che le regole lo consentano. Inoltre, accertati sempre di condividere contenuti che siano di valore, che possano regalare qualcosa a chi li leggerà. Ad esempio, se realizzi siti web e se sei iscritto ad un gruppo sul SEO, potresti pubblicare una interessante guida sul mobile friendly, oppure una intervista ad un guru del settore.

 

Concorrenza: puoi ispirarti, ma non puoi copiare

Nel mondo del web marketing, l’analisi dei competitor è un tassello fondamentale per sviluppare una strategia che possa prendere quanto di buono fatto da chi ha avuto successo nel tuo campo. Questo, però, significa ispirarsi, e non copiare. Copiando non sarai altro che un clone di qualcun altro, mentre ispirandoti, potrai partire da una solida base per costruire una pagina Facebook ottimizzata (sfruttando l’esperienza altrui) ma anche molto diversa (sfruttando le tue idee e la tua creatività). Ricorda, infatti, che la differenziazione dai concorrenti è la chiave per una strategia di successo, e questo vale anche per la pagina Facebook della tua azienda.

 

Come comunicare con una pagina Facebook aziendale?

Siamo oramai giunti al termine della nostra guida su come ottimizzare una pagina Facebook aziendale: l’ultimo tassello mancante, riguarda la comunicazione in senso stretto. La regola è utilizzare un linguaggio che sia adeguato al tuo target, cercando di evitare gli eccessi, in un senso o in un altro: non dovrai mai essere troppo formale – perché violeresti la regola dell’abbattimento delle barriere che ti separano dal tuo target – ma non dovrai nemmeno essere troppo amichevole, perché questo lederebbe la professionalità della tua immagine. E quando qualcuno commenterà i tuoi post, magari muovendo una critica, non cedere mai alla provocazione: non rispondere a tono ma sii cordiale, analizzando in modo oggettivo le critiche e cercando di sfruttarle per migliorare il tuo prodotto o servizio. E non cancellare mai i post negativi, perché questa non è comunicazione.

Adesso che hai compreso come migliorare la pagina Facebook della tua azienda, sappi che il suo funzionamento dipende anche da tanti altri fattori esterni. Dunque non esitare e richiedici una consulenza sul marketing aziendale, così da trovare la perfetta quadratura del cerchio.

Altri articoli che potrebbero interessarti